Etna, disposta l’attivazione della fase operativa locale di PREALLARME

04/07/2024 14:47:37


Etna, disposta l’attivazione della fase operativa locale di PREALLARME

CATANIA - Il Dipartimento nazionale della Protezione Civile (DPC) con nota prot. n. 34835 del 03 luglio 2024, ha disposto il passaggio di livello di allerta per il vulcano Etna da “VERDE – attività eruttiva assente o molto bassa” a “GIALLO – attività eruttiva da bassa a media” come concordato nella riunione tecnica straordinaria svoltasi lo stesso 03 luglio convocata dal DPC e presenziata dai Centri di Competenza e da questo Dipartimento Regionale della Protezione Civile.

Con la stessa nota viene evidenziato che “In considerazione della possibile rapida evoluzione dei fenomeni verso scenari di pericolosità maggiore, si invitano le strutture territoriali di protezione civile a voler adottare le opportune fasi operative locali e misure di mitigazione del rischio, soprattutto in relazione alla presenza di escursionisti in quota”.

Poiché sono cambiati i potenziali scenari di impatto particolarmente nelle aree prossime alle bocche eruttive e nelle aree sommitali del vulcano, pertanto, si dispone l’attivazione della fase operativa locale di PREALLARME.

A seguito dell’attivazione di tale fase operative locale, i Sindaci dei Comuni sommitali, gli Enti, le Strutture e i soggetti in indirizzo, sono invitati, ognuno per le proprie competenze, ad attivare le misure discendenti da:

  • “Procedure di allertamento Rischio Vulcanico e modalità di fruizione per la zona sommitale del Vulcano Etna”, di cui all’Ordinanza della Prefettura di Catania n. 18709 del 04.04.2013, per quanto oggi applicabili;
  • nota prot. n. 13121 del 29.03.2023 con la quale viene comunicata la perimetrazione della Zona Gialla;
  • Piano comunale e provinciali di protezione civile,

finalizzate al controllo degli accessi e alla sospensione di tutte le attività che si svolgono nella Zona Gialla, alla regolamentazione della fruizione delle aree interessate e al mantenimento del raccordo informativo sull’evoluzione delle fenomenologie in corso.